CARO O COSTOSO? L’importanza di conoscere questa differenza!

CARO O COSTOSO? L’importanza di conoscere questa differenza!

Nella nostra attività ci siamo spesso trovati davanti ad alcune critiche riguardo ai prezzi dei nostri prodotti. L’affermazione più comune, soprattutto in passato, è stata: “buono ma caro”.  

Un’affermazione sempre pungente e difficile da accogliere. 

Due anni fa sono andato a trovare a Milano Fabiana, una mia compagna di studio con la quale condividiamo un percorso pedagogico per adulti.

Fabiana ha fondato e gestisce OpenSky: una società di consulenza specializzata in progetti per lo sviluppo delle persone e delle organizzazioni.

Durante una nostra chiacchierata le ho riportato proprio questa criticità e lei con una domanda ha acceso una luce, un faro, sulla questione: Caro o Costoso? 

Ogni servizio e prodotto che in generale viene offerto deve fare sempre i conti con il proprio valore, il quale include diversi aspetti, alcuni facili da comprendere e altri non sempre ben visibili da chi li acquista o ne usufruisce. 

Il tutto infine viene tradotto in un prezzo: un valore unico economico.

Quest’ultimo solitamente è quello che più viene messo a confronto e ci permette di criticare il nostro acquisto.

Se acquisto un panino potrò dire che è squisito, che mi ha saziato, che era caldo, freddo, poco condito, difficile da mangiare, niente di che o mai assaggiato prima uno così.

Ma torniamo alla domanda illuminante di Fabiana, con la quale ho imparato qualcosa di importante che oggi voglio condividere, ovvero una questione apparentemente semplice e scontata ma che come lo è stato nella mia esperienza può dare una misura più consapevole e aggiungerei ponderata prima di esprimere giudizi affrettati o semplificanti.

Cosa ho imparato?

Ho imparato a conoscere e distinguere queste due affermazioni molto simili ma con una caratteristica essenziale differente, non vogliono dire la stessa cosa.

Caro ha bisogno della comparazione di un altro prodotto: questo Panino è più caro di quest’altro panino. Da cliente potrò valutare se il prezzo più alto confermi il motivo dell’essere più caro, esempio per la qualità degli ingredienti o la quantità del prodotto.

Costoso è in rapporto a quello che posso realmente permettermi e va oltre il discorso della qualità. Una pizza con un buon impasto artigianale e degli ingredienti freschi potrebbe essere costosa in base a quanto sono abituato a pagare comunemente una pizza o per il mio budget del week end, questo non vuol dire che non ci valga.

Una Ferrari è cara o costosa? O per rimanere nel nostro ambito professionale: quante volte abbiamo sentito dire che una cena, che io chiamerei esperienza, nel ristorante ibleo di Ciccio Sultano mente pratica è cara?

Alla luce di quanto osservato in questa breve riflessione intorno alla differenza tra Caro e Costoso, sarebbe opportuno rispondere, nel caso specifico di questi due ultimi esempi citati: Costoso.

Tutto questo ragionamento mi auguro possa essere utile per comprendere in primo luogo che un prodotto alimentare con un costo più elevato, nella maggior parte dei casi, si traduce in qualità, sostenibilità e sicurezza. In secondo luogo, ma non per importanza, che nella creazione di un piatto c’è dietro tutta l’esperienza, la competenza e la creatività di chi l’ha realizzato. Spesso ci sono diversi fallimenti, prove, e tentativi non riusciti che, dopo anni, hanno portato quella pietanza ad essere apprezzata da molti. 

Quando effettuiamo un acquisto, da ora in poi, cerchiamo sempre di “allenare” il nostro senso critico, ponendoci la domanda: “come mai costa tanto questo prodotto”? Possiamo anche chiedere tranquillamente, chiarire tutti i nostri dubbi e capire a pieno le ragioni di tale prezzo per poter compiere una scelta pienamente consapevole.

Se ordini online, le consegne a Ragusa saranno effettuate in giornata

Costo consegna 5€, per ordini superiori a 40€ la consegna è gratuita.